Il Devoto Cammino dei Sacri Monti

Il Devoto Cammino dei Sacri Monti si snoda per circa 700 chilometri lungo l’antica via prealpina che collega i 7 Sacri Monti del Piemonte ai due in Lombardia. Questi complessi artistico-religiosi unici in Italia sono Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 2003. Roccaforti della fede cattolica contro l’eresia protestante erette tra il XV e il XVIII secolo su colli e in aree montuose, i Sacri Monti divennero mete di pellegrinaggio in alternativa al viaggio in Terra Santa.

 

In Piemonte, il cammino parte dal Sacro Monte Calvario di Domodossola per toccare il Sacro Monte di Varallo, il primo costruito come “Nuova Gerusalemme” terrena, Oropa, Belmonte, Crea, Orta e Ghiffa, fino al Sacro Monte di Ossuccio (Varese). Questi capolavori del Barocco accolgono il visitatore in vaste Riserve Naturali Speciali, create a tutela e valorizzazione di una ricca biodiversità. Una scenografia verde che ricarica spirito e fisico custodisce un mondo policromo di cappelle, santuari e gruppi statuari di grande bellezza, dedicati alla Vita e Passione di Cristo, alla Vergine, alla Trinità, al Rosario e – solo ad Orta – alla storia di San Francesco.

 

Nel tratto piemontese, questa antica via sacra vanta un singolare primato, toccando, nelle sue 30 tappe, il maggior numero di siti UNESCO al mondo: dai Paesaggi Vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato alle Residenze Reali Sabaude del Piemonte; nel Canavese, da Ivrea, Città industriale del XX secolo ai due siti palafitticoli preistorici di Azeglio (sul Lago di Viverone) e di Mercurago (Parco dei Lagoni, vicino ad Arona), fino ai Sacri Monti.

 

Dal Devoto Cammino dei Sacri Monti camminatori ed escursionisti possono ampliare l’itinerario inoltrandosi lungo la Via Francigena e il Cammino di San Bernardo (dal Sempione a Novara), o il panoramico Cammino di San Carlo, che ripercorre le orme di Carlo Borromeo da Varallo ad Arona. Qui, salendo la scaletta interna al “San Carlone”, la colossale statua di 35 metri del Cardinale poi fatto Santo, dalle fessure oculari in bronzo il panorama sul Lago Maggiore è mozzafiato.