Il Cortese in Piemonte

Il Cortese del Piemonte

In settembre i suoi grappoli inondano di luce le colline piemontesi a sud di Alessandria, da Ovada fino ai Colli Tortonesi, in provincia di Asti sulla sponda destra del Tanaro e di Cuneo, in bassa Valle Belbo.

Il Cortese è un vitigno autoctono, una delle tipologie di vino previste dalla denominazione Piemonte DOC: conosciuto anche con i termini dialettali di Corteis, Courteis e Courteisa, predilige i terreni ricchi di sedimenti argillosi che, nell’alternarsi di “terre bianche” e “terre rosse”, esaltano le note fruttate dell’uva.

 

Un po' di storia

La prima documentazione storica puntuale sul Cortese compare nel 1614 nel'inventario della cantina del castello di Casale Monferrato e nel 1659 viene citato nella corrispondenza tra il castello di Montaldeo e il marchese Doria. Di certo sappiamo che fu vino di corte della nobiltà genovese, cosa che ne incentivò la coltura specializzata, favorita anche dalla benefica vicinanza con il Mar Ligure.

Ampiamente coltivato in Piemonte fino a tutto l’800, il Cortese ha vissuto un periodo di oblìo dovuto agli effetti distruttivi della fillossera, per poi conoscere una nuova valorizzazione a partire dagli anni Cinquanta del Novecento: un recupero realizzato ad opera dello scrittore, giornalista e regista Mario Soldati nella zona di Gavi. «Un verde, rilassante, dolcissimo crocevia: ecco come vivo io le colline del Gavi... E i suoli: talvolta bianchi, talvolta rossi, in un composito mosaico di complessità trasferita da mani sapienti nei bicchieri di chi, curioso, voglia conoscere il vero protagonista di tutto questo: il Cortese»: scriveva Soldati.

 

Una terra Cortese

Alte concentrazioni zuccherine, elevata acidità e bassa alcolicità; colore giallo paglierino con riflessi verdognoli; odore delicato, gradevole, persistente; sapore: fresco, secco, piacevole: il Cortese si esprime in vini morbidi e delicatamente profumati, diversi a seconda della zona di coltivazione, nei vini Gavi o Cortese di Gavi DOCG (100%), Colli Tortonesi Cortese DOC, Cortese dellAlto Monferrato DOC, Piemonte Cortese DOC, Monferrato Casalese Cortese DOC.

Tra le espressioni del vitigno spicca anche la versione “Marengo”, tipologia di nuova introduzione nel disciplinare Piemonte Doc Cortese che identifica i vini spumanti o frizzanti ottenuti da uve Cortese coltivate proprio nel territorio della celebre battaglia di Marengo, conflitto del 1800, che oppose le truppe francesi di Napoleone Bonaparte a quelle austriache. Un territorio molto ampio che si estende nel sud del Piemonte, localizzato tra le province di Asti, Alessandria e Cuneo.

 

Ottimo come aperitivo, il Cortese si abbina ad antipasti di verdure caldi o freddi, ai piatti di pesce e al sushi, a primi leggeri ed eleganti come i risotti ed è adatto ad accompagnare formaggi a pasta molle e non piccanti.

 

Consorzi

Consorzio Tutela Vini Colli Tortonesi

Consorzio Barbera d'Asti e Vini del Monferrato

Consorzio Tutela del Gavi

 

Scopri il video sul nostro canale Youtube

 

mappaCortese_webV1_OK_optimized.jpg