I Bianchi

Terra di vini rossi importanti e longevi, il Piemonte vanta risultati eccellenti anche con i vini a bacca bianca. Vi invitiamo a scoprirli lungo un itinerario di piccoli borghi e laghi, castelli e torrioni che svettano su un orizzonte disegnato dalle colline. Il nostro tour enoturistico parte con il limpido Erbaluce di Caluso DOCG, frutto dei vigneti estesi in circa 33 Comuni compresi tra Torino, Vercelli e Biella. Sulle colline affacciate sul fiume Sesia, tra Vercelli e Biella, degustiamo il Coste della Sesia DOC. A tavola l’Alto Piemonte è rappresentato anche dai pregiati nettari delle Colline Novaresi DOC e delle Valli Ossolane DOC. In Langhe e Roero Patrimonio dell'Umanità UNESCO, la splendida carta dei vini consiglia Roero Arneis DOCG e Langhe DOC. Tappa imprescindibile di questo percorso sensoriale, la zona dei Colli Tortonesi, con il pregiato Cortese. Tra i risultati più importanti del vitigno Cortese il Gavi DOCG, dal nome del principale Comune di produzione, nella provincia di Alessandria. Autentica perla del Tortonese, riportata alla luce alla fine degli anni '80, il Timorasso rivela rari e antichi talenti apprezzati sin dal Medioevo, tanto da contare tra gli estimatori - secondo la tradizione - anche Leonardo da Vinci, il quale – come cerimoniere d'eccezione - lo scelse per il banchetto di nozze tra Gian Galeazzo Sforza e Isabella d'Aragona, che ebbe luogo a Tortona nel 1489.