Tra colline del Monferrato e un po' di... Ven.To

Zona
Alessandria
Partenza
Valenza
Arrivo
Valenza
Distanza in Km
40 km
Ascesa totale
245
Periodo consigliato
Da marzo a novembre
Difficoltà
Facile
Bici adatte al percorso
Mountain bike
Percorso
Asfalto
Sterrato
Strada bianca
Adatto a
Gruppo
Tipologia
Circuito chiuso
scarica itinerario
gpx
Descrizione del percorso

Questo itinerario, di circa 40 km è l'insieme di 2 contesti naturalistici vicini ma differenti tra loro: il Parco del Po (all'interno del quale verranno percorsi alcuni tratti della ciclostrada VEN.TO) e le prime colline del Monferrato casalese.

Partendo dall'agriturismo Cascina Nuova, nota struttura ricettiva bike friendly, si percorre l'argine destro del Po ricalcando per alcuni tratti un segmento della ciclostrada VEN.TO.

La parte iniziale del percorso è un’oasi di assoluta pace ma, nel breve spazio di pochi chilometri, l'itinerario cambia repentinamente passando  dal Parco del Po  al contesto cittadino della città di Valenza,  città  famosa in tutto il mondo per la secolare arte orafa.

Seguendo il percorso, dopo aver superato la stazione cittadina alla nostra sinistra, seguiremo l'indicazione per San Salvatore Monferrato e al km 6,50 , abbandoneremo il breve tratto di provinciale percorso, per svoltare a sinistra in direzione di Frescondino.

Il percorso s'inoltra, ondulato e dolce, attraverso le prime colline monferrine  e in pochi chilometri passa agevolmente da un breve tratto pianeggiante ad una prima robusta salita che si conclude nel piccolo abitato di Frescondino, completamente circondati dalle colline.

Senza abbandonare la strada principale in direzione di San Salvatore Monferrato, lo sguardo del cicloturista potrà godere delle interessanti suggestioni naturalistiche offerte dal territorio circostante e oltrepassato il famoso Santuario della Madonna del Pozzo, si arriva nella piazza centrale di San Salvatore Monferrato  (km 12, 600) dove è possibile effettuare una piccola prima sosta dopo la fatica dell'unica salita presente in tutto l'itinerario.

Riprendendo il percorso da Piazza Carmagnola, si percorre tutta via Avalle e allo stop posto alla fine della salita, si svolta prima a destra e subito a sinistra verso Strada Molinara, una lunga strada di campagna di quasi 2 km che dalla collina ci riporta nuovamente in pianura.

Alla fine della strada ghiaiata, si svolta prima a destra e successivamente (dopo 400 metri) e da questo punto inizieremo a pedalare su un lungo tratto pianeggiante, interamente sterrato, lungo quasi km 2,400. Al termine di questo tratto di strada, svoltando a sinistra si imbocca la provinciale che porta verso Mirabello e al km 18, 03 dove seguire l'indicazione che porta a Villabella, piccola frazione di Valenza Po.

Una volta rapidamente attraversato il nucleo abitato seguiamo le indicazioni per Giarole dove inizia la seconda parte del percorso, ormai quasi esclusivamente pianeggiante fino alla sua conclusione.

La strada che collega Villabella a Giarole è circondata da numerosi pioppeti e questi boschi, caratteristici del paesaggio fluviale, sono ben presenti fino all'ultimo chilometro.

Arrivati nel piccolo paese di Giarole è possibile effettuare una sosta per visitare esternamente  il famoso castello Sannazzaro di Giarole (XII sec) uno dei pochi castelli di pianura  dell'intera provincia di Alessandria.

Dopo la sosta, si attraversa il paese trasversalmente in direzione Casale e poco prima di arrivare alla provinciale che collega Casale a Valenza, si svolta a destra per imboccare strada San Zeno (km 23,700) al termine della quale, dopo una brevissima salita, si entra nel piccolo paese di Pomaro dove è possibile (anzi consigliato!) ammirarne  il favoloso castello del XII sec.

Il percorso prosegue in direzione di Valmacca e subito prima di entrare nella frazione Rivalba (km 29,600) si svolta a destra costeggiando un canale alla nostra sinistra.

Da questo punto il nostro percorso prosegue per circa Km 5,5 lungo l'argine destro del Po, ossia sul  percorso ufficiale della ciclostrada VEN.TO.

Al km 35,20 abbandoneremo la ciclostrada per prendere la provinciale che porta a Valenza e appena giunti nella provinciale che collega Valenza a Pavia (Km 36,40) svolteremo a sinistra verso il ponte sul fiume Po.

Percorsi quasi 700 metri, poco prima di una trattoria posta all'inizio del ponte, prenderemo una discesa che ci porterà direttamente sulla riva destra del Po dove , in totale sicurezza, sarà possibile ammirare più da vicino il grande fiume.

Ci avviamo ormai verso la conclusione di questo percorso e la caratteristica di questo ultimo tratto sarà quella di ritrovare la stessa sensazione di pace e benessere che ha contraddistinto il percorso nella sua parte iniziale.

Sulla riva del fiume sono presenti elementi che caratterizzano la vita all'interno di un paesaggio fluviale, ossia le barche dei pescatori e le palafitte (ancora abitate) di  vario colore sparse qua e la in mezzo ai numerosi pioppi presenti.

Proseguendo dritto lungo il tracciato percorso riprenderemo nuovamente un ultimo tratto di argine destro lungo quasi 2km (sempre ricalcante la ciclostrada Ven.to) che ci farà giungere nuovamente presso Cascina Nuova. Ivan Reitano

 

Descrizione cartellonistica: presente e fedele rispetto alla descrizione del percorso fatto sul sito di Piemontebike.eu

Tappe del percorso e punti di interesse: Valenza : Duomo di Santa Maria maggiore; San Salvatore Monferrato: Chiesa di San Martino (XV sec), Chiesa di San Siro (XVI secolo) ; Palazzo Cavalli di . Germano (XVIII sec.), Palazzo Carmagnola (XV secolo); Torre dei paleologi (XV sec.); Santuario della Madonna del Pozzo (XVII sec); Ospedale di Santa Croce (XV sec.).

Giarole : Castello di  Sannazzaro (sec XII).
Pomaro : Castello medievale        (sec. XII)

Interesse storico
Interesse devozionale
Partenza

AL
Italia

Arrivo

AL
Italia