La Valle dell'Acqua e l'Oasi Zegna

Zona
Biella
Partenza
Biella
Arrivo
Biella
Distanza in Km
79 km
Ascesa totale
1766
Periodo consigliato
Da Marzo a Novembre
Difficoltà
Medio/Difficile
Bici adatte al percorso
Da strada
Percorso
Asfalto
Adatto a
Gruppo
Tipologia
Circuito chiuso
scarica itinerario
gpx
Descrizione del percorso

È un percorso studiato sia per i gran pedalatori che per gruppi di appassionati in cerca di nuovi paesaggi.

Si sviluppa dalla città di Biella, risalendo poi la Valle Cervo (la valle dell’Acqua) poi “attaccando“ le meravigliose panoramiche salite della strada Panoramica Zegna con le sue discese verso Trivero e le risalite a paesini montani caratteristici per ridiscendere verso la città.

Da ATL a Biella in Piazza Vittorio Veneto 3 si pedala ed alla prima rotonda si inverte la direzione per uscire dalla città, costeggiando verso Tollegno la riva destra del torrente Cervo sul quale sorgono gli antichi lanifici e Cittadellarte, sede artistica di Michelangelo Pistoletto, artista di fama internazionale.  Inizia così la risalita della Valle Cervo, la valle caratterizzata dalle cave di sienite che hanno determinato con il minerale estratto la caratteristica architettonica dei suoi paesi. Si attraversa il paese di Andorno, col suo liquorificio Rapa famoso per lo storico ratafià alle ciliegie, poi Sagliano Micca, paese natale dell’eroe Pietro Micca, militare minatore nell’esercito sabaudo nel 1700, che col suo sacrificio salvò Torino dall’assedio dell’esercito francese.  

Si incontra salendo lo storico Cappellificio Valle Cervo e la parete rocciosa di arrampicata della frazione Balma. Si raggiunge Campiglia Cervo col municipio decorato dagli stemmi, per raggiungere Rosazza, il più misterioso borgo biellese, pieno di simbologie architettoniche, legate ad affascinanti misteri! Questo piccolo paese la sua fama a Federico Rosazza, Senatore del Regno d’Italia, che, quale Grande Maestro della Massoneria di Biella, proprio qui teneva le sue riunioni segrete. Si consiglia la visita alla Chiesa, al Castello, alla Casa Museo dedicata alla civiltà montanara. Ritornati sui nostri passi, al bivio inizia la salita lungo la strada Panoramica Zegna che attraversa il territorio dell’Oasi Zegna, una riserva naturalistica montana di grande pregio, sponsorizzata dal gruppo industriale Ermenegildo Zegna. Mentre si sale si incontra Forgnengo, il paese del gioco dell’orso, il minuscolo ma caratteristico comune di Sassaia ed Oriomosso. Proseguendo all’indicazione di Poggio Bruera , vale la pena una sosta per ammirare lo spettacolare panorama sulla Valle Cervo con le sue cave.

La salita procede e dalla strada si aprono sempre più panorami sulla pianura sottostante.

Si arriva alla vecchia locanda in pietra del Bocchetto Sessera, da dove si apre l’accesso alla meravigliosa selvaggia Alta Val Sessera, regno incontaminato della natura. Proseguendo la salita si raggiunge Bielmonte, con i suoi impianti sciistici, gli alpeggi e le varie strutture turistiche, tra le quali il punto affitto per le bike e l’albergo Bucaneve, attrezzato bike hotel.

Inizia la discesa, sempre accompagnata da magnifiche viste panoramiche sulla pianura Padana.

A sinistra al bocchetto Margosio lo splendido panorama sul Monte Rosa e l’Alta Val Sessera; poi molto più a valle in un tornante il micro-birrificio artiginale Jeb. Se si pedala in primavera da metà maggio a metà giugno, eccezionale è l’ammirare la spettacolare fioritura dei rododendri dai tanti colori ai fianchi della strada e nell’omonima Conca, fino a Trivero.

Dal Centro Zegna si va verso la caratteristica frazione di Castagnea dove sorge l’agriturismo Oro di Berta, bike hotel, per raggiungere nuovamente Trivero, sede dello storico lanificio Ermenegildo Zegna. Si devia poi verso il caratteristico Santuario della Nostra Signora della Brughiera, costituito da due chiese, la maggiore attuale cuore delle celebrazioni ma la più piccola, antica risalente al XVI secolo.

Poi, attraversata la frazione di Barbato, sede dell’ecomuseo della Transumanza, ed altre frazioni molto caratteristiche si raggiunge Mosso S. Maria e si sale a Veglio, attraversando lo spettacolare ponte della Pistolesa col suo unico Bungee Jumping di 152 mt di altezza e l’annesso Parco Avventura

Giunti a Veglio si prosegue verso il comune montano di Camandona e, passando ai piedi della diga fiancheggiata dalla sua bellissima cascata, si prosegue per Callabiana scendendo poi verso Pianezze. Da lì la risalita al panoramico comune di Pettinengo e successivamente la discesa, lambendo Zumaglia, Vaglio e proseguendo verso Biella, che si raggiunge costeggiando il lato destro del torrente Cervo sul quale sorge la Fondazione Sella.

Raggiunto ed attraversato il ponte di Chiavazza, si raggiunge la sede ATL di Biella

 

Roadbook:

Km. Località Informazioni
0,0 Biella - Partenza in Via Lamarmora sul lato opposto all'Ufficio Informazioni Turistiche ATL, direzione est.
Al km 1,9 rotonda, dritto per Tollegno – sponda sx del fiume.
Parcheggio consigliato: Stazione di Biella - Area Camper con carico e scarico.
0,3 Vs Andorno.  
1,9 Dritto vs Tollegno.  
2,6 Tollegno  
4,0 Vs Andorno.  
5,8 Andorno Vs Piedicavallo.  
16,6 Campiglia - Dx vs Bielmonte Fontana
18,6 Piaro Al km 20,7 fontana
29,7 Bielmonte - Da Km 37,5 discesa pericolosa. Bellissimo panorama sulla pianura Padana. Nel piazzale 2 di Bielmonte panorama sulla Alta Val Sessera e gruppo del Monte Rosa.
42,9 Dx.  
46,6 Vallemosso - Dx vs Mosso. Incrocio pericoloso. Fontana.
48,9 Mosso - Dx vs Biella.  
52,5 Vs Biella.  
56,6 Pettinengo Splendida balconata sul Biellese.
58,6 Vs Biella  
68,4 Biella - arrivo Arrivo in Via Lamarmora - ATL

 

Oasi Zegna www.oasizegna.com

Consorzio Turistico Alpi Biellesi www.alpibiellesi.eu

Consorzio Turistico Biella Accoglie www.discoverbiella.com

Azienda Turistica Locale del Biellese - ATL Biella www.atl.biella.it 


 

 

Interesse storico
Interesse devozionale
Partenza

piazza 3
BI
Italia

Arrivo

piazza 3
BI
Italia