Itinerario fra borghi, chiesette romaniche, torri e castelli

Zona
Alessandria
Partenza
Quattordio
Arrivo
Quattordio
Distanza in Km
35 km
Ascesa totale
400
Difficoltà
Medio
Bici adatte al percorso
Mountain bike
Percorso
Asfalto
Sterrato
Tipologia
Circuito chiuso
scarica itinerario
gpx
Descrizione del percorso
Punto di partenza del percorso a Quattordio è la periferica Piazza Olivazzi, un’ampia piazza con parcheggio auto, spazi ombreggiati, fontanella per l'acqua e servizi igienici.
 
Proseguendo in direzione sud, appena fuori dal paese, si percorre la SP 247 per 950 m., prima di immettersi sulla destra in una strada sterrata. Poco più avanti, si troverà un guado ma con solo un rigagnolo di acqua, eventualmente evitabile grazie ad un ponticello presente sulla sinistra. Proseguendo si costeggia la ferrovia fino a raggiungere un'area picnic, all'altezza della quale è necessario deviare a sinistra e prendere il sottopasso ferroviario. Poi subito sulla destra, superato l'argine, si arriva a pochi metri dal Fiume Tanaro, nella zona interessata dal sentiero naturalistico “La Luvetta”.
 
Superato nuovamente l’argine si entra nel borgo di Cerro Tanaro, con il Castello Natta (di proprietà privata) e la Torretta degli Adorni. Il paese è stato colpito più volte da fenomeni alluvionali, come ricordano le targhe in marmo riferite all'evento più disastroso del 6 novembre 1994.
 
Uscendo dal paese si prosegue per circa 7 km verso Refrancore, borgo riconoscibile dalla torre e dal campanile; la via centrale percorsa è lastricata con pietre di fiume. Refrancore è famoso per i biscotti finocchini ed ha un centro storico piacevole da visitare. Lasciando il borgo si affronta una salita del 14% che porta in “quota”.
 
Il percorso attraversa le località “Rossi” e “Accorneri Superiore” prima di raggiungere, più in basso, la SP 29 (da imboccare per un eventuale ritorno diretto al punto di partenza), lungo la quale, svoltando a sinistra, si prosegue in direzione Viarigi per 4 km, fino a raggiungere la Torre dei Segnali ed il borgo, con la chiesa di San Silverio. Nella piazza del parcheggio con i murales sono disponibili i servizi igienici. Tornando all'ingresso del paese, all'altezza del cartello stradale, svoltando a destra si segue per la “Strada Dovesio Modelcà”. A breve distanza inizia in salita lo sterrato che conduce alla Pieve di S. Marziano (visitabile solo esternamente). Dopo la visita alla Pieve, percorrendo il tratto di itienerario in direzione contraria, si avrà una bella vista panoramica sui borghi collinari di Viarigi, Altavilla, Vignale Monferrato fino alla catena delle Alpi con il Gruppo del Monte Rosa.
 
La discesa riconduce lungo la SP 29 (che, anche in questo caso, è possibile imboccare per un eventuale ritorno diretto al punto di partenza dopo 6,75 km). Dopo 950 m. si può svoltare a destra seguendo per Refrancore. Imboccando il primo sterrato campestre presente sulla sinistra, proseguendo si costeggia la chiesa di Santa Lucia, si attraversa la Borgata dei Calcini (con la chiesetta eretta per rendere grazie del passato pericolo della peste) e, ancora su strada campestre, si raggiunge nuovamente la SP 29. Svoltando a destra a Piepasso, dopo 500 m. dalla chiesa è possibile riprendere, sulla destra, lo sterrato, che si presenta inizialmente in piano e poi in leggera salita. Arrivati in cima, svoltare a sinistra e prestare attenzione alla guida su questo tratto di strada. Dopo poco più di 1 km si raggiunge la SP 247. Girando a destra, dopo un paio di km si arriva ad incrociare la SP 10 o via Padana Est. Girando a destra si ritorna al punto di partenza di Piazza Olivazzi a Quottordio. In alternativa, poco prima di salire il cavalcavia, è possibile imboccare un ultimo tratto di sterrato che passa al di sotto dell'autostrada, prima di raggiungere l'entrata di Quattordio ed il punto di partenza in Piazza Olivazzi.
 
 
NOTE
Il percorso è su fondo misto, in prevalenza asfalto lungo strade a bassa percorrenza, sterrato collinare e sterrato campestre.
Si consiglia di imboccare le parti sterrate collinari ed il tratto per raggiungere la Pieve Romanica di San Marziano con fondo asciutto o quasi asciutto.
Il punto di partenza è facilmente raggiungibile dall'uscita di Felizzano sulla A21 e dalla stazione ferroviaria di Felizzano.
 

Sentiero Naturalistico La Luvetta, Cerro Tanaro

Torre dei Segnali, Viarigi
Edificata nella prima metà del XIV secolo, è alta 26 metri.

Pieve di San Marziano, Viarigi
Chiesetta romanica la cui parte più antica risale al XII secolo.

Si consiglia di imboccare le parti sterrate collinari ed il tratto per raggiungere la Pieve Romanica di San Marziano con fondo asciutto o quasi asciutto. Percorso adatto a MTB ed E-MTB. Dislivello: in salita 480m; in discesa 418m.
Interesse storico
Interesse devozionale
Partenza

piazza
AL
Italia

Arrivo

piazza
AL
Italia