L'esperienza che non ti aspetti

Relax, spazi liberi, percorsi sicuri nelle nostre splendide città, tra bellezze artistiche e architettoniche e lungo i numerosi cammini storico-spirituali. Senza dimenticare gli squisiti prodotti agroalimentari d’eccellenza che hanno reso celebre il Piemonte nel mondo. Tutto questo e tante altre esperienze ti aspettano nella nostra regione.

 

4 buoni motivi per scoprire il Piemonte in “modalità primavera”

 

La Bellezza. Tra passato e avanguardie, in ogni momento dell’anno in Piemonte puoi sorprenderti dei capolavori architettonici barocchi Patrimonio UNESCO, dei borghi e delle vivaci città d’arte. Scopri ville, castelli e giardini nell’esplosione delle fioriture, e la ricchezza diffusa dell’arte contemporanea: non solo nelle collezioni museali ma anche all’aperto in percorsi che uniscono creatività e paesaggio.

 

La Libertà. Il risveglio della natura invita più che mai a passeggiate energizzanti nel verde, sotto i primi raggi tiepidi del sole. Con oltre 95 aree protette, tra cui due Parchi Nazionali, e una miriade di percorsi da scoprire a piedi o in bicicletta, il Piemonte offre tante opportunità per immergersi anche in primavera in ambienti spettacolari, tra suoni e profumi rigeneranti: sui sentieri di montagna come negli itinerari collinari e di pianura o sulle sponde dei laghi.

 

Il Gusto. Risotti, ravioli e frittate con le erbe spontanee dei prati, formaggi freschi, carni tenere, saporite insalate, verdure novelle, vini giovani e vivaci. E poi cioccolato, gelati e pasticceria. L’aria di primavera in Piemonte si sente anche in cucina. L’acetosella o “erba brusca” in Valsessera, tra Biellese e Vercellese, si gusta nella fonduta di Maccagno. Anche per le "Cabiette", tipiche della zona di Bardonecchia in Alta Val di Susa, si utilizzano ortiche giovani, insieme a patate crude grattugiate, cipolle, farina di segala, formaggio magro e uova. Altri piatti primaverili piemontesi: i “capunet” che ad Alba sono fiori di zucca farciti di carne lessata o arrostita, salame cotto, prezzemolo, aglio, uova e parmigiano, mentre a Vercelli sono foglie di cavolo scottate e riempite con vari ingredienti oltre il riso lessato; tipici di questo periodo dell’anno sono anche il fritto misto alla piemontese, i pesci in carpione e il celebre vitello tonnato.

 

Lo Spirito. La lentezza rigenera e la primavera è rinnovamento, l’ideale per riprendere il contatto con se stessi. In Piemonte puoi trovare spiritualità e storia percorrendo i sentieri dei Sacri Monti o i tracciati della Via Francigena, i Percorsi Sindonici e del Romanico o gli itinerari d’arte ebraica; l’Alta Via dei Walser o il cammino del Glorioso Rimpatrio dei Valdesi.

 

Clicca qui per le disposizioni sull'emergenza sanitaria Covid-19 in Piemonte.