Da Diabolik a Frida Kahlo. Inverno stagione di mostre a Torino e dintorni

Body

L’inverno in Piemonte è anche stagione di mostre, alla scoperta di suggestioni artistiche e culturali all’interno di residenze reali, palazzi storici e castelli che già da soli rappresentano un motivo più che valido per una visita.

Alla Reggia di Venaria, nella Citroniera Juvarriana, fino al 27 febbraio Una infinita bellezza-Il paesaggio nelle opere degli artisti dalla fine del Settecento ad oggi offre una panoramica dalla pittura romantica all’arte contemporanea italiana sul tema del paesaggio.

Venaria_InfinitaBellezza-ink.jpeg

Frida Kahlo through the lens of Nickolas Muray è invece la proposta della Palazzina di caccia di Stupinigi dal 5 marzo al 5 giugno, per un  viaggio emozionale nella vita di una vera e propria icona mondiale; nella stessa location, da vedere anche la mostra Steve McCurry – Animals, mille storie di una vita quotidiana dal legame indissolubile tra uomo e animale: fino al 1° maggio

Al Castello di Rivoli-Museo d’arte contemporanea prosegue fino al 3 luglio la personale dedicata all’artista nigeriana Otobong Nkanga, tra le più importanti sulla scena contemporanea internazionale, la cui ricerca affronta temi urgenti legati alla crisi ecologica e ambientale. Tre le mostre all’interno di “Espressioni”: il progetto personale dell’artista concettuale e interdisciplinare Agnieszka Kurant Crowd Crystal. Bracha’s Notebooks, prima mostra in un’istituzione italiana dedicata all’israeliano Bracha L.Ettinger e La proposizione, con opere di oltre cinquanta artisti di epoche storiche diverse provenienti da più parti del mondo, caratterizzati da forme di arte particolarmente espressive o addirittura espressioniste; infine, A.B.O. THEATRON. L’Arte o la Vita che indaga la figura di Achille Bonito Oliva uno dei più importanti storici dell’arte, critici e curatori contemporanei.

Otobong Nkanga_immagine opera[1]-ink (1).jpeg

 

Nella ricca cornice dei Musei Reali di Torino, presso le Sale Chiablese, apre il 9 febbraio la mostra Vivian Maier. Inedita, dedicata a una delle massime esponenti della cosiddetta street photography: 250 scatti tra cui la serie realizzata tra Torino e Genova nell’estate del 1959.

A Palazzo Madama – Museo Civico d’Arte Antica, MAO Museo d’Arte Orientale e Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, prosegue fino al 27 febbraio a grande richiesta Hub India, uno spaccato di generi contemporanei e moderni che analizzano eredità classiche e tradizionali.

Palazzo-Madama-Hub-India.jpeg

Fattori, capolavori e aperture sul ‘900 è la mostra allestita fino al 20 marzo alla GAM -Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino: una grande retrospettiva di 60 opere dedicata ad uno dei maestri assoluti dell’Ottocento italiano.

Al Museo Nazionale del Cinema della Mole Antonelliana, fino al 14 febbraio, la mostra evento Diabolik alla Mole aggrega fumetto e cinema, con foto e materiali di scena del nuovo film nelle sale. Assolutamente da accostare a una visita al MAUTO, Museo Nazionale dell’Automobile, dove si festeggiano i 60 anni della Jaguar E-type con l’esposizione di due gioielli Jaguar in mostra, con Diabolik che trama dietro le quinte.

In città, inoltre, proseguono al Museo Accorsi la mostra Parigi era viva – De Chirico, Savinio e les italiens de Paris; a Palazzo Barolo Andy Warhol Through the Lens of Fred W. McDarrah; al MAO-Museo d’Arte Orientale Kakemono. Cinque secoli di pittura giapponese e alla Pinacoteca Agnelli la mostra Fondazione Maegh. Un Atelier a cielo aperto con settantasette opere di grandi artisti del XX secolo, tra cui Braque, Calder, Chagall, Giacometti, Liger, Matisse e Miró.

Un cammino ideale, in rigoroso dis-ordine alfabetico tra pensieri, riferimenti, dubbi e speranze è invece la proposta di Oltre il giardino. L’abbecedario di Paolo Pejrone al Castello di Miradolo, a San Secondo di Pinerolo: un allestimento per leggere il giardino tra opere di grandi artisti italiani e internazionali. Fino al 15 maggio.

 

Si ricorda che è consigliabile prenotare l’ingresso alle mostre e che sono sempre obbligatori il Green Pass e la mascherina FPP2.

 

Scopri anche Dai Macchiaioli alle Grottesche. Inverno stagione di mostre in Piemonte