Artissima e la Contemporary Art a Torino e in Piemonte

Body

Arti visive, musica, cinema, mostre e installazioni: novembre è il mese delle arti contemporanee a Torino e in Piemonte. Il cartellone è ricchissimo, a partire da Artissima, la fiera d’arte contemporanea leader in Italia e tra le maggiori a livello internazionale, che quest'anno taglia il traguardo della 26° edizione all’Oval Lingotto, dal 1° al 3 novembre, con oltre 200 gallerie che portano a Torino curatori e collezionisti nazionali ed internazionali. Dal 29 ottobre al 12 gennaio 2020, Luci d’Artista, installazioni luminose a cielo aperto nel centro e nei diversi quartieri della città con un'importante novità: M I R A C O L A  di Roberto Cuoghi ispirata ai 500 anni dalla morte del genio Leonardo da Vinci, collocata nella centralissima piazza San Carlo.

Dal 30 ottobre al 3 novembre Paratissima, vetrina internazionale con oltre 350 talenti emergenti, apre per la prima volta al pubblico l'ex - Accademia Artiglieria, vicino a piazza Castello. The Others Art Fair trova una nuova sede all'ex Ospedale Militare A. Riberi. FLAT - Fiera Libro Arte Torino porta l'editoria d’arte contemporanea alla Nuvola Lavazza dal 1 al 3 novembre, mentre la fiera d’arte antica e moderna FLASHBACK, L’ ARTE È TUTTA CONTEMPORANEA sarà al Pala Alpitour–Isozaki dal 31 ottobre al 3 novembre. Dal 30 ottobre al 4 novembre, Club To Club, tra i più apprezzati festival in Europa dedicati all’avanguardia e al nuovo pop, trasforma Torino nella capitale delle nuove tendenze della musica elettronica. E il 2 novembre appuntamento con la Notte delle Arti Contemporanee e l’apertura straordinaria di musei, spazi per l’arte e gallerie, con sottofondo notturno di musica e performances. Tra le aperture, tutte gratuite, per una full immersion nelle diverse forme del contemporaneo, Palazzo Madama, GAM - Galleria d'Arte Moderna e MAO Museo di Arti Orientali, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e Castello di Rivoli, Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli e Camera - Centro Italiano per la Fotografia, Fondazione Mario Merz, Pinacoteca Albertina e OGR.

A cura del Castello di Rivoli Museo di Arte Contemporanea con il sostegno della Fondazione CRC fino al 10 novembre nella Chiesa di San Domenico ad Alba “Per un rinnovamento immaginista del mondo. Pellizza da Volpedo (Taner Ceylan), Pinot Gallizio (con Constant, Giorgio Gallizio, Ager Jorn, Jan Kotik e Piero Simondo), Mario Merz”.

Nel complesso monumentale di San Francesco a Cuneo, fino al 2 febbraio 2020, ecco invece la mostra di Giuseppe Penone Incidenze del vuoto che comprende, all'ingresso del Castello di Rivoli, una nuova installazione permanente.