Presepi Storici

Rappresentazioni della Natività di Gesù di altissimo livello artistico che riproducono fedelmente paesaggi e costumi della Palestina si ammirano nel circuito di alcuni Sacri Monti: dal Sacro Monte di Serralunga di Crea, nel Monferrato alessandrino, al Sacro Monte d’Orta e il Sacro Monte di Varallo, fino al Sacro Monte di Oropa, che accoglie una bellissima collezione di 50 presepi da tutto il mondo. Nel Cuneese, a Cavallermaggiore si entra a far parte del vastissimo scenario della Natività camminando tra un popolo di statue (costruite tra ‘700 e ‘900) in un evocativo gioco di luci, scrosciare d'acqua e motivi natalizi. Il presepe meccanico di Cavallermaggiore fa parte dell’originale circuito “Presepi in Granda. Itinerari Natalizi a Cuneo e provincia”, che coinvolge oltre 40 caratteristiche ambientazioni aperte al pubblico nell’intera area.

Alle porte di Torino, Colleretto Giacosa si visita naso all’insù, per scorgere i vivaci presepi a finestre e balconi, opera di grandi a piccini per la manifestazione “Una Finestra sui Presepi”. La Via dei Presepi storici nel Novarese ci porta al Museo del Presepe di Cavaglietto e alla Mostra dei Presepi di Oleggio, con le numerose rappresentazioni della Natività ambientate nello scenario locale come alle diverse latitudini mondiali, mentre a Sizzano la Parrocchiale di San Vittore custodisce una pregevole Natività del ‘700, periodo al quale risale anche il notevole gruppo scultoreo nella Chiesa di San Pietro da Vulpiate a Galliate, meglio conosciuta come Santuario del Varallino per la sua vicinanza al Sacro Monte e Santuario di Varallo Sesia. A Romentino, la parrocchia di San Gaudenzio custodisce nella sacrestia un prezioso gruppo ligneo del ‘700 che rappresenta la Sacra Famiglia e due pastori, visitabile su prenotazione, mentre un presepe tradizionale viene allestito ogni anno all’interno della chiesa.