Lo stile barocco (fine ‘500 – inizio ‘700) ha lasciato in Piemonte grandi testimonianze del regno sabaudo a firma di celebri architetti, come Filippo Juvarra, Ascanio Vitozzi, Carlo e Amedeo di Castellamonte e Guarino Guarini: i palazzi che meglio lo interpretano sono sicuramente le Residenze Reali, patrimonio Unesco (a Torino e dintorni: Palazzo Reale, Palazzo Carignano, Palazzo Madama, Villa della Regina, il Castello del Valentino, la Palazzina di Caccia di Stupinigi, la Basilica di Superga, la Reggia di Venaria, il Castello Ducale di Agliè, ma anche la Cupola della Sindone, quella di S. Lorenzo e il Santuario della Consolata). Diversi capolavori barocchi e rinascimentali sono anche conservati all’interno del Duomo di Torino. Altro grandioso esempio di arte barocca è il complesso dei 7 Sacri Monti, anch’esso patrimonio Unesco, comprendente diversi monumenti eretti a partire dal XVI secolo, luogo di culto e meta di pellegrinaggio.