Il Cinema e il Piemonte

Le radici della cinematografia italiana affondano in Piemonte, e Torino ne è stata la prima capitale fin dal 1896, quando i fratelli Lumière allestirono in città la prima proiezione mai avvenuta in Italia. Qui sono nati i primi teatri di posa e le prime sale; questa è la città che ha lanciato produttori di fama internazionale: Torino è un set urbano unico, che racconta importanti capitoli della storia del cinema nelle numerosissime location disseminate in ogni suo quartiere. Oggi promuove e ospita festival di assoluto prestigio per spettatori di ogni età, come Torino Film Festival, Torino LGBT, CinemAmbiente e Sottodiciotto FilmFestival, oltre al multimediale ViewFest. Tempio della settima arte è la Mole Antonelliana, sede del Museo Nazionale del Cinema e della straordinaria collezione di 1.800.000 opere tra pellicole, documenti d'archivio, fotografie, apparecchi e oggetti d'arte, manifesti e memorabilia. Ma protagonista del grande schermo è anche l’intero territorio regionale, sempre più al centro dell’interesse di produzioni cinematografiche e televisive italiane e internazionali. Dal Lago Maggiore al Lago d’Orta, dai rilievi collinari di Langhe Roero e Monferrato fino alle Residenze Reali UNESCO, il Piemonte è una meta di profonda attrattiva per gli appassionati di cineturismo, ma anche fucina di idee e talenti, come dimostra Film Commission Torino Piemonte. Tra i capisaldi del Sistema Cinema made in Piemonte, Film Commission Torino Piemonte è una delle realtà italiane più attive e creative nella valorizzazione del patrimonio culturale piemontese come set privilegiato di produzioni cinematografiche e audiovisive italiane ed internazionali. Allo storico legame tra Torino e l’arte del grande schermo sarà dedicato nel 2020 “Torino Città del Cinema 2020”, un anno di celebrazioni che porterà nel capoluogo mostre, festival e moltissime iniziative collaterali.