Arte contemporanea

A Torino

Il Piemonte ha una lunga storia di passione per l’arte, a cominciare da Torino, dove nel 1863 è nata GAM – Galleria d’arte moderna e contemporanea, la prima raccolta pubblica di arte moderna in Italia. Oggi Torino è riconosciuta capitale dell’arte contemporanea con eventi di calibro internazionale come Artissima Fair e Contemporary Art Week, accanto a Luci d'Artista, la serie di installazioni open-air create da artisti internazionali che anima di luci e colori l’inverno cittadino. È una rete museale diffusa a dare voce a questa vivace atmosfera di fermento culturale, con la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e la Fondazione Mario Merz, il MEF Museo Ettore Fico e l’imponente complesso delle OGR – Officine Grandi Riparazioni ferroviarie, oggi polo culturale d’avanguardia, la Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli e Camera – Centro Italiano per la Fotografia. Un luogo di stimolante contaminazione di passato e futuro è il Castello di RivoliResidenza Reale Sabauda UNESCO che ospita un’importante collezione permanente e svolge un’intensa attività espositiva e didattica. Opere e installazioni “dialogano” con l’ambiente al PAV (Parco di Arte Vivente), centro sperimentale d’arte contemporanea open-air e museo interattivo, e al MAU (Museo d’Arte Urbana), il primo insediamento permanente a cielo aperto realizzato in un contesto urbano in Italia.

Sul territorio

Pittura, scultura, installazioni, fotografie e video: il molteplice patrimonio aperto al pubblico dalle fondazioni private delinea sul territorio un itinerario di art mapping che spazia dalle avanguardie storiche alla sensibilità digitaleTra Torino e Astiil Castello di Rivara è residenza d’artista che accoglie nomi illustri e talenti emergenti, ospita mostre ed è sede del Museo d’Arte Italiana, collezione permanente di lavori quasi tutti realizzati in sede a partire dagli anni ’80. A BiellaCittadellarte Fondazione Pistoletto incarna il manifesto artistico di Michelangelo Pistoletto, animatore e protagonista del movimento dell’Arte Povera. Opera del designer Chris Bangle, le Panchine Giganti sono vivaci pennellate di colore nel paesaggio delle Langhe, insieme alla Cappella del Barolo, reinterpretata dagli artisti Sol LeWitt e David Tremlett. Il gioco cromatico di Tremlett rende unica anche la “Chiesetta del Moscato” a Coazzolo, sulle colline astigiane. A breve distanza, a Castelnuovo Calcea, l’Art Park La Court è landing art tra i filari di moscato e barbera, con vista sulla “Porta Artistica sui vigneti” di Ugo Nespolo e le installazioni di Emanuele Luzzati, mentre ad Asti le mostre al settecentesco Palazzo Mazzetti offrono un importante contributo alla conoscenza e diffusione del contemporaneo. Guarene (Cuneo), vivace centro espositivo è Palazzo Rebaudengo, la storica sede della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, e a Busca La Gaia apre al pubblico una tra le maggiori collezioni europee con oltre 2000 pezzi dal ‘900 ad oggi. Ad Alba il restaurato Coro della Chiesa di Maria Maddalena accoglie performance internazionali.